Visualizzazioni totali

mercoledì 29 giugno 2011

Salso rock????

Appena una settimana dopo il festival torna il buon rock a salsomaggiore.
Il festival è organizzato dal buon pulce (death before work, you suck e zio faster)...un milanese che non vuol arrendersi alla fiacca vita di "campagna".... se siete in zona fateci un salto. Si skatea anche!

INCOLLO:


THRASHMANIAC 'ZINE in collaborazione con DEVIL'S DEN e BROKEN TEETH vi ricorda che a Salsomaggiore Terme oltre ad avere le persone anziane diversamente sane ospiterà un concerto punk rock metal con:

SQUID OMELETTE (da SALSOMAGGIORE!!! john devil's punk explosion)
http://www.youtube.com/watch?v=AsepS4UYJ1M
------------

SPEED DRAGONS (PARMA! - motorcharged speed rock'n'roll dalla terra del Sad)
http://www.myspace.com/speeddragons666

https://www.facebook.com/pages/SPEED-DRAGONS/463391500607?sk=wall
-------------

YOU SUCK! (skateboard + fast hardcore + brazilian samba = TNT)

https://www.facebook.com/pages/You-SUCK/151699938220802
http://www.myspace.com/yousuckhc
-------------

LAMANTIDE (da cremona! death metalcore tritasassi!!!)
http://www.myspace.com/lamantide


Il tutto all'interno del Parco Mazzini a Salsomaggiore Terme, dentro la vecchia pista da pattinaggio, di fianco al minigolf abbandonato...porta lo skate e la bmx!!!

DOMENICA 10 LUGLIO DALLE 18.00


PER INFO MAIL A: pulcethrash (at)gmail(dot)com
oppure messaggio sulla pagina facebook a
https://www.facebook.com/profile.php?id=527869143

oppure scrivete al facebook del DEVIL'S DEN
https://www.facebook.com/profile.php?id=1609671953

lunedì 27 giugno 2011

non sono una puttana

insomma per quanto riguarda il pop punk mi piace proprio tutto....Insomma volevo inventarmi un post per dire che i broadway calls sono orribili e mi fanno venire voglia di cagarmi nelle orecchie

giovedì 23 giugno 2011

punk rock dress code

chi non conosce questo classico articolo(di un secolo fa)....beh adesso lo verrà a conoscere:



Punk Rock Dress Code,by Ben Weasel

Punk Rock Dress Code by Maximumrocknroll by Ben Weasel -------------------------------------------------------------------------------- YOU LOOK LIKE A DORK: In the past three months, MRR's circulation has doubled. Because of this, a lot of you yo-yo's reading this column are newcomers and probably not aware of my feelings about the current fashion trends in punk rock. Even the people who HAVE been reading my columns like good little doobies apparently haven't been taking me seriously because they're still dressing like complete and total dorks.
I suggest you pay close attention to what I'm about to tell you because it could very well change your life. Without any further hoopla, I present THE OFFICIAL PUNK ROCK DRESS CODE.
1. Baseball caps are nice, I own a total of five baseball caps myself and I often wear my Cubs cap or my USA: AMERICAN AND PROUD cap when I go out to pick up the mail or stock up on Gatorade for the weekend. But I would no more wear a ball cap to a gig than I would a fez. Ball caps have no fucking place in punk rock(though the sport of baseball itself has a very important place in punk rock - I'll get to that some other time). So from here on in, anyone who wears a ball cap to a gig is a fucking jerk.
2. Baggy shorts have no place in punk rock. Baggy shorts are a product of the hip hop scene and it's there that they should remain. Nobody wants to see your turd-crusted butt crack and your piss-stained skivvies. Nobody is impressed by that stupid goddamn chain on your wallet hanging down five feet like a pair of mittens your mother clipped to your parka. If you forget to bring this column with you to your next gig after you've clipped it neatly from these pages, just remember this: Baggy pants=DORK. NO EXCEPTIONS!(I also have strong feelings about baggy t-shirts. Baggy t-shirt wearers, however, are NOT necessarily dorks, because often times they have no choice in the matter; too may bands have succumbed to the pressure to only stock XL t-shirts in their van, thus ensuring that the well-meaning punks will end up LOOKING like dorks. FUCK any band who doesn't sell LARGE t-shirts as well as[or better yet, instead of] XL t-shirts).
3. Backpacks. Backpacks are for school or hiking trips. They are not for gigs. Punk rock shows do not generally take place in the uncharted wilderness; there is no need for a backpack. They are aesthetically unpleasing, but worse, there is no valid PRACTICAL reason for wearing a backpack to a show; anything that can't fit into the pockets of your leather jacket is most likely unnecessary anyway. Which brings me to the most important segment of the PUNK ROCK DRESSCODE: what you SHOULD wear.
First of all, and most important is if you think you're a punk and you don't own a leather jacket, you're not a punk. The whiniest of you are thinking to yourselves, WELL I DON'T CARE, I DON'T WANNA BE CLASSIFIED AS A PUNK ANYWAY. Shut up and go home. Real punks wear real leather jackets. Real punks wear real leather jackets WITHOUT stupid spikes or studs or patches or paintings or stickers or band names plastered all over them. If you're a punk, your leather jacket is adorned only by a few tastefully placed buttons on the lapels. Since we have to take climate into account, you can't be expected to wear your leather jacket EVERY time you go to a gig. But if you don't wear your leather jacket at least 65% of the time when you go out, you're no punk.
Secondly, footwear is more important than you may think. If you wear Doc Martens, you're a sucker. ANY other kind of boot is acceptable. As far as sneakers go, there is one and only one acceptable brand and that is Chuck Taylor Converse All-Star hi-tops. Now, I know you already know that, but what you don't know is that punks DO NOT wear red Converse, Christmas Converse, plaid Converse or any kind of Converse except for black. Uh, that is until recently. After communicating with Stevie of the now defunct Devil Dogs AND learning that Samiam gets paid to wear black Chuck Taylors at least 50% of their onstage time, I've come to the realization that black C.T.'s have been co-opted by the mainstream and are now utterly unacceptable. I KNOW what you are thinking. You're thinking, BUT BUT BUT, ALL SORTS OF MAINSTREAM PEOPLE WEAR LEATHER JACKETS AND YOU SAID LEATHER JACKETS ARE THE NUMBER ONE PRIORITY OF THE PUNK ROCK DRESS CODE. Fuck you, I know what I said. The point is, leather jackets are not a SYMBOL of MAINSTREAM ALTERNATIVE/PUNK. Back C.T.'s ARE.
Because this is such a recent development, there will be a grace period of three months from the publication of this column during which you will not be considered a total fucking twit if spotted sporting black C.T.'s(e.d. your time is up). But after that three months, your C.T.'s should be white. No other colors, no funky laces or writing on the shoes, just plain white. Don't even try to argue about it because I've gone over every argument in my own head. There is no other way.
You already know that baggy pants are for the birds. Aside from that, there's a decent amount of leeway in the PUNK ROCK DRESS CODE as far as pants go, though you're really better off sticking with blue or black jeans(LEVI's ONLY! NO GAP, WRANGLER, TOUGHSKINS, JORDACHE, SERGIO or whatever the fuck else you might find).
And though you can wear just about any jacket during the 35% of the time when you're not sporting your nifty leather, UNDER NO CIRCUMSTANCES should a punk be seen wearing a gas station jacket. Gas station jackets are for guys with 20/20 vision who wear glasses anyway to impress the dimwitted emo chicks. The gas station jacket is the 90's version of the Nehru jacket and years from now, when you idiots look back at photos of yourselves in 1995 because your snot nosed kids asked you if you ever did anything besides selling insurance, you will cringe.
That's it. For the one dumb fucker in Hungary who's sharpening up his angry letter pencil at this very moment, lighten up. My PUNK ROCK DRESS CODE is only wishful thinking(though those of you who adhere to it will thank me later).

And lemme tell you something else about punks, punk. IF YOU DON'T THINK THE RAMONES WERE THE GREATEST BAND TO EVER WALK THE EARTH, YOU ARE NOT A PUNK, YOU ARE NOT EVEN FUCKING CLOSE. YOU HAVE NO BUSINESS BEING IN A BAND, DOING A FANZINE, OR SHOWING YOUR SORRY FACE AT A GIG. IF YOU PLACE ANY BAND ABOVE THE RAMONES, YOU ARE AN IDIOT. I WILL BE BUYING INSURANCE FROM YOU COME JULY

codice comportamentale punk rock (ai concerti)

-fatti piacere il concerto e divertiti
-salta, smongola, canta e fai "quella cosa con il dito"
-se proprio non ti piace il gruppo cerca di stare abbastanza vicino al palco e applaudi tra un pezzo e l'altro almeno per qualchen pezzo (ricorda magari anche il tuo gruppo fa cagare a tutti)
-se proprio fanno cagare...scappa
-socializza
-supporta chi organizza il concerto e il locale (qui sono di parte)
-non toglierti mai la maglietta
-cerca di comprare dischi
-non ballare (ballare è STRETTAMENTE SOLO PER FEMMINE)
-cerca di capire a che tipo di festa sei prima di smongolare troppo o troppo poco
-guardiamo in faccia alla realtà...un pochino siamo hippy anche noi quindi VOGLIAMOCI BENE.
-porta pazienza quando una femmina ti esprime la sua inutile opinione ;)
-ricordati che tanto i ramones non li vedrai mai piu quindi tanto vale divertirti  anche con questi perdenti
-non lasciare che gli indegni intrusi ti rovinino la serata. Se per loro i MOTO sono fighi ma non quanto i MUSE beh....ok si li ucciderei anch'io ma è meglio divertirsi a saltare con gli amici.
-non fare troppo il figo
-non stare sempre fuori a fumare
-divertiti

linguaggio

-io conosco un disco che tu non conosci = potrebbe piacermi o potrebbe non piacermi. Spero che mi piaccia per fartela pesare
-io conosco un disco che tu conosci = se piace sia a me che a te va bene. se non la pensiamo allo stesso modo TU NON CAPISCI UN CAZZO
-Tu conosci un disco che io non conosco = probabilmente fa cagare. Io quella roba non la ascolto
-Nessuno dei due conosce un disco = ti convinco che non ne vale la pena poi lo ascolto e se mi piace ti dico che non capisci un cazzo se non hai quel disco.

-parlando con i NON punk rocker = i green day mi fanno cagare
-parlando con i punk rockers = fino a due dischi fa i green day erano fighi e tu non capisci un cazzo
-parlando con un NEO punk rocker = (inserisci non gruppo 77 sconosciuto) erano fondamentali e li ascolto sempre
-parlando con te = bah una volta che hai tutti i dischi dei ramones non ti serve altro.
-parlando con un garage rocker = che palle la tua musica. ascoltati i black flag
-parlando con un ignorante = come fai a non avere tutti i back from the grave?

lunedì 20 giugno 2011

maturità

Ogni anno in questi giorni mentre i vari tg parlano degli esami di maturità il mio strano cervello per associazione finisce per pensare a tutti quei gruppi che un tempo erano fighi mentre ora sono maturi.
Un disastro. Mi innervosiscono come il culo /cubo)di rubik....so che sono complesse ma io mio cervello arriva al massimo a un lato. Sono solo un punkrocker e se me ne devo vergognare amen è cosi.
Il country, il rock, il blues e tutta quella roba li sono ok, e se un gruppo di punk ora decide di farsi influenzare da quella roba beh ok....ok ma palloso. Io ODIO il PALLOSO!
Anche il mio punk ha diverse influenze....influenze che vanno dai ramones, ai queers, ai supercharger ai dead kennedys...tanta roba. Ignoranza pura.
Ho già detto da qualche parte che johnny cash è bravissimo e che i rolling stones sono "yeah" ma non li voglio nel mio punk...anzi non li voglio nella mia macchina...loro sono un sottofondo...sono un hobby, uno svago...una distrazione....
Da qualche parte ho letto una recenzione del buon franz riguardante il disco che i Peawees stanno ancora registrando e per ogni parola usata da franzy per esaltare le nuove influenze dei ragazzi mi scendevano le palle di un paio di centimetri. Sono sicuro che sarà un bel disco e che lo ascolterò anche una volta o due ma so già che non potrò amarlo....
come al solito mi sono perso....credo che alla fine volessi solo dire che i clash mi fanno cagare

venerdì 17 giugno 2011

FESTIVAL BEAT

PRIMA DI FARE COPIE E INCOLLA DICO SOLO: GIOVEDI SERA, VENERDI APERITIVO E VENERDI APERITIVO....DEVILS DEN. PUNTO.
ANZI....GUITAR WOLF!!!! AAUUUUUUUUUUUUUUUUUUUWWWWWWWWW LOCK N LOLLL

INCOLLO:
Festival Beat XIX
Salsomaggiore Terme(Parma)Italy

Start June 30 July 1-2-3 

Live Bands-Dj's-Hawaiian Pool Party-Cocktails-Beat 45 Expo-Vintage Market-Records-Pins-Memorabilia

Very cheap hotels and great time at Salsomaggiore thermal baths.
Four days with 60's Music-Italian Food&Wine-Design&Cloths-Cinema
www.portalesalsomaggiore.it

Cheap flights from London to Parma
Cheap flights to Bergamo-Orio al Serio;Bologna;Milano Malpensa;Milano Linate;Pisa

HOTELS infos and reservations
Adast
Miss Anna Dodi
Tel 0039-0524-575375
Fax 0039-0524-572958
adast@salsomaggioreterme.com
www.salsomaggioreterme.com

Cheap Tickets at the door:
15euro on Friday at areaLive
15euro on Saturday at areaLve
Free events everything else

FESTIVAL BEAT XIX-Battle of the Bands
Salsomaggiore Terme(Parma)Italy
30 Giugno e 1-2-3 Luglio 2011

Programma Ufficiale

Giovedì 30 Giugno
Via Loschi & Via Pascoli-Salsomaggiore Terme
-ore 18.00 Aperitivo con dj set
-ore 18.30 Presentazione del libro FESTIVAL BEAT-18 anni di storia
Moderatore:Luca Frazzi
-ore 21.30 Live with GALLARA(Italy)
-0re 22.30 Live with ELECTRIC FLASHBACKS(Italy)

-ore 23.30 AfterLive Dj Party at Devil’s Den Pub

Venerdì 1 Luglio

-ore 12.00 Beat Cafè with Monogawa(Cesena-Italy) dj set at Fontana Cafè
-ore 14.30 Pool Party at Piscina Leoni with Pirsin(Spain)
-ore 18.00 dj set and aperitivo at Desiree Cafè(Largo Roma)
-ore 19.00 Live at Devil’s Den Pub: DAVE RAVE BAND(Canada)

-ore 20.00 Open Door at AreaLive Ponte Ghiara-ENTRY 15 EURO
-ore 21.00 Live with TUBI LUNGIMIRANTI(Italy)
-ore 22.00 Las ASPIRADORAS(Toledo-Spain)
-ore 23.00 the INCREDIBLE STAGGERS(Graz-Austria)
-ore 24.00 GUITAR WOLF(Tokyo-Japan)

Allnighter Dj’s sound with:
Lutz(Soundflat Team-Solingen-Ger)
Franz(Cloud9-Rimini-Italy)
Michael Myers(Trieste)
Traxel(Soundflat Team-Koln-Ger)
Frank Popp(Berlin-Ger)
StickerGuy Pete(Slovenly Rec-USA)

Beat Breackfast from 5.30 at Desiree Cafè
Largo Roma-Salsomaggiore Beat

Sabato 2 Luglio

-ore 12.00 Beat Cafè with Monogawa dj set at Fontana Cafè
-ore 14.30 Pool Party at Piscina Leoni with djs Festival Beat crew
and very hot Live show with LUKY and his FRIED CHICKENS(Italy)
-ore 18.00 dj set e aperitivo at Desiree Cafè with Pirsin(Spain)
-ore 19.00 Live at Devil’s Den Pub with: MIDWEST BEAT(USA)

-ore 20.00 Open Door at AreaLive Ponte Ghiara-ENTRY 15 EURO
-ore 21.30 Live with los EXPLOSIVOS(Mexico)
-ore 22.30 Live with MAGNIFICENT BROTHERHOOD(Berlin-Ger)
-ore 24.00 Live with the UNDERTONES(Derry-Ireland)

Allnighter Dj’s sound with:
Lutz(Soundflat Team-Solingen-Ger)
Franz(Cloud9-Rimini-Italy)
Michael Myers(Trieste)
Traxel(Soundflat Team-Koln-Ger)
Frank Popp(Berlin-Ger)
StickerGuy Pete(Slovenly Rec-USA)

Beat Breackfast from 5.30 at Desiree Cafè
Largo Roma-Salsomaggiore Beat

Domenica 3 Luglio

-ore 12.00 Beat Cafè with Monogawa(Cesena-Italy) dj set at Fontana Cafè
-ore 14.30 Pool Party at Piscina Leoni with Festival Beat djs crew
-ore 18.00 Cocktail with dj Set at Parco G.Chini
-ore 20.30 Cafè G.Chini: Live Band
-ore 23.00 AfterLive Party Dj set at Devil’s Den


E SONO DICIANNOVE…

Eh si, con l’edizione di quest’anno celebriamo per la diciannovesima volta un rito collettivo che ogni estate, dal 1993 a questa parte, è sempre più vivo e partecipato. Diciannove edizioni sono tante e sotto questo aspetto il Festival Beat è diventato un modello da imitare: da sempre coniuga tradizione e innovazione, nomi storici e realtà in ascesa, e il pubblico ha dimostrato di apprezzarne la formula. Chi frequentava le prime edizioni a Castel San Giovanni ha continuato a farlo e ai “veterani” si sono aggiunti negli anni tanti nuovi aficionados che hanno fatto crescere il Festival Beat nei numeri e nel riscontro di pubblico e critica. A Salsomaggiore ormai l’invasione pacifica dei beat-maniacs da tutta Europa è diventata una piacevole abitudine che anche quest’anno culminerà nel primo weekend di luglio. Per molti, visto il clamoroso successo dell’edizione 2010, quella dei diciotto anni con Gravedigger Five e Sonics, sarebbe stato ben difficile per gli organizzatori mettere insieme un cartellone all’altezza di quello dell’anno scorso. E invece, eccovi serviti due “pesi massimi” come i Guitar Wolf e (squillino le trombe) nientemeno che gli Undertones, glorie punk-beat che con un brano come Teenage Kicks hanno fatto la storia, ai quali si affiancheranno Los Explosivos, Staggers, Magnificent Brotherhood, Las Aspiradoras, Luky And His Fried Chickens, Gene Guglielmi e i Tubi Lungimiranti, Dave Rave Band, Midwest Beat. Insomma, un altro programma ricco, anzi, ricchissimo, che per un lungo weekend farà di Salsomaggiore la capitale europea del suono sixties. Ma quest’anno c’è di più. Un Festival così maturo e ricco di storia meritava di essere celebrato. Lo facciamo con un libro che ripercorre i primi diciotto anni della nostra storia: quasi 200 pagine piene zeppe di cronache, emozioni, aneddoti e ricordi nelle parole dei tanti protagonisti che il Festival l’hanno vissuto. E poi tutte le locandine, una galleria fotografica e molto altro. Ci voleva, no? La presentazione del libro aprirà ufficialmente il Festival, giovedì 30 giugno. Un acquisto obbligato per tutti quelli che vogliono ricordare e festeggiare insieme a noi. Vi aspettiamo!

THE BANDS

UNDERTONES

Si, loro, proprio loro, la band preferita di John Peel: da Derry, Irlanda del Nord, gli Undertones, ovvero una della più grandi punk-beat-pop band di sempre. Non ci credete? Invece è tutto vero, verissimo: gli autori dell’immortale Teenage Kicks chiuderanno il Festival come meglio non si potrebbe e le note dell’inno generazionale datato 1978 risuoneranno tra le colline di Salsomaggiore in un sabato sera che si prospetta indimenticabile. Una band “fuori posto” al Festival Beat? E perché mai? Le melodie sixties e l’urgenza del punk ’77 nel loro suono si fondono a meraviglia. Il pop incendiario degli Undertones spazzerà via ogni dubbio: quello del Festival Beat per una band come gli Undertones è il palcoscenico ideale. Segnatevelo sul calendario: un appuntamento imperdibile, perché Teenage dreams are so hard to beat…

GUITAR WOLF

Una leggenda del garage/lo-fi anni novanta piomba come uno Stukas su Salsomaggiore per sganciare bombe e far ballare anche i tavoli. Da Nagasaki, il rock’n’roll più incendiario degli ultimi 20 anni: Elvis + Count Five + Ramones = Guitar Wolf. Si, loro, quelli di Planet Of The Wolves e Jet Generation, gente che non conosce le mezze misure e vive ogni show come se fosse l’ultimo della vita. Non ci credete? Pensate che esageri? Venerdì 1 luglio portatevi una tuta ignifuga e preparatevi ad un assalto all’arma bianca, i tre kamikaze non faranno prigionieri. Dal Giappone con furore: banzaaaaiii!!!

THE INCREDIBLE STAGGERS

Gli Staggers, dopo la loro presenza al Festival nel 2005, tornano più selvaggi e dementi che mai per soddisfare i sixties-maniacs fedeli alla religione Pebbles. Occhiali scuri, caschetti, stivaletti a punta, non manca nulla agli Staggers per rinverdire i fasti del garage-revival reso immortale da figure come Rudi Protrudi e Shelly Ganz. Vengono da Graz, Austria, e valicheranno le Alpi guidati dal condottiero Wild Evel, uno che la materia la conosce bene. Se non avete mai sopportato il noiosissimo concerto di Capodanno, ecco una buona occasione per rivalutare l’Austria.

LOS EXPLOSIVOS

Tornano in Italia i Los Explosivos con la loro miscela altamente infiammabile di sixties-sound e attitudine punk. Vengono dal Messico e sbarcano al Festival Beat con un carico di passione latina e suoni sospesi tra le Battle Of The Bands dei mid-sixties e il CBGB’s del ’77, suoni danzerecci ma cattivi il giusto, con tanta ironia e un’innata voglia di fare casino. Insomma, roba che scotta. Que viva Mexico!

LAS ASPIRADORAS

Da Toledo, Spagna, cinque garage-maniacs “vecchia scuola” che faranno la gioia di chi ama il suono Voxx/Midnight di metà anni ottanta. Fuzztoniani fino al midollo, i Las Aspiradoras se ne sbattono del calendario e fanno sixties-music come se fossimo ancora nell’86: filologica, ironica, torrida. Con loro, un tuffo nel passato è garantito. E una sana botta di nostalgia. Ma niente lacrimucce: fuzz, farfisa, tonsille in fiamme, i toreri del garage sono a Salsomaggiore per divertirsi e divertire. Olè!

THE MAGNIFICENT BROTHERHOOD

Si sono fatti le ossa come backing-band di un certo Sky Saxon (nientemeno) e questo vale già come garanzia. Ma i Magnificent Brotherhood sono molto di più: sono una delle migliori formazioni sixties in circolazione. Suonano acidi e psichedelici, ma quando premono sull’acceleratore tornano subito sui binari del (migliore) garage-rock, sempre però volando “eight miles high”. Tedeschi di Berlino, ma col cuore nella California del ’67, i Magnificent Brotherhood potrebbe essere la rivelazione del Festival.

GENE GUGLIELMI E I TUBI LUNGIMIRANTI

Nel ’67 cantavano Abbiamo paura dei topi in un delirio beat-psichedelico che per l’Italia dell’epoca era avanguardia. Parliamo dei Tubi Lungimiranti, piccolo mito underground che oggi magicamente riprende forma al Festival Beat. E chi se ne frega se nel frattempo sono trascorsi 44 anni… Bruciamo il calendario, chiudiamo gli occhi e con loro torniamo all’epoca d’oro del nostro beat. Con loro e con Gene Guglielmi, che il palco del Festival l’ha già calcato tre anni fa, con successo. Tutti a bordo, la macchina del tempo sta per partire…

GALLARA

Fanatici dell’immaginario vintage, volevate una band che vi facesse piombare in una bolla spazio-temporale ancorata a Cinecittà tra il ’68 e il ’70? Eccovi serviti i Gallara, maremmani sospesi tra exotica, beat, lounge, rock’n’roll e colonne sonore di oscure pellicole italiane di quell’epoca. Acidi il giusto, i Gallara sanno far ballare con quel piglio un po’ snob che solo i grandi si possono permettere. Un’apertura in technicolor per il Festival Beat 2011, un film tutto da vedere!!!

ELECTRIC FLASHBACKS

Ritorna Tito, lo psycho-rocker mascherato che gli aficionados del Festival ricorderanno per l’incendiaria esibizione del 2004 con i Brainsuckers. Gli Electric Flashbacks sono la sua nuova creatura, una formazione a cinque con un organo sferzante e il solito bagaglio di 50 anni di storia del garage. Chitarroni e fuzz a piene mani, quindi, ma anche tanto caldissimo soul, il freakbeat più fracassone e quella psichedelia che Tito ha nel DNA. La formula perfetta? Ne siamo certi. Bentornato, Tito!

LUKY AND HIS FRIED CHICKENS

Un salto indietro nel tempo e nello spazio è quello che ci proporranno Luky And His Fried Chickens, combo votato al più ruspante e scalcinato suono roots americano anni cinquanta. Staccare per un attimo dall’ovedose di garage e fuzz ogni tanto può anche far bene, specialmente se lo si fa con lo spirito festaiolo del trio veneto, che scava alla ricerca delle radici del rock’n’roll senza però perdere mai di vista l’obbiettivo numero uno: divertirsi. Al Festival Beat quest’anno c’è spazio anche per i polli…

DAVE RAVE BAND

Dave Rave, cantante, chitarrista e leader nei primi anni ottanta dei canadesi Teenage Head, formazione culto del power-pop della “golden age”, si esibirà sul palco del torrido Devil’s Den Pub. Lo farà con la sua Dave Rave Band rispolverando vecchi classici degli anni d’oro per raccogliere il giusto tributo delle nuove generazioni di appassionati del genere. Un piccolo grande evento che, nella sua unicità, va ad arricchire il cartellone del Festival Beat.

MIDWEST BEAT

Da Milwaukee, la città di Happy Days, i Midwest Beat approdano al Devil’s Den col loro rock’n’roll semplice e devoto alla tradizione. Sono yankee fino al midollo, i Midwest Beat, e non si fanno troppo problemi: il pubblico del Festival Beat imparerà ad apprezzare anche la loro proposta. Per chi ama il power-pop e il classic-rock americano che guarda ai sixties, un’occasione da non perdere.

Thanx to
LUCA FRAZZI
RUMORE magazine





giovedì 16 giugno 2011

....e comunque....

....gli atomsmashers spaccavano il culo a tutti. Punto.

ROCK VS LE FEMMINE

Portate pazienza ma noi abbiamo le autopompe e il rock e voi le bambole e i boybands....è la natura.
Quando cercate di cantare (tolto qualche felice eccezione) è una lagna pallosa e fate venire in mente la morosa che parla parla parla parla (ma chi la caga?). le vostre opinioni sono frasi riportate dal ultimo opinion leader misterioso sexy e sfigato. I vostri gusti sono forzati e casuali mentre cercate di reprimere la vostra vera passione per maraiha spears. Poi quando vi stufate del NOSTRO gioco voi "maturate" invece di "stufarvi"
Vi manca il sesto senso. Non vi viene la pelle d'oca. Mancano passione e sangue. Non avete neanche quella sana ignoranza...cercate di controllare i vostri gusti
Credo credo che siano i questi i motivi per cui le donne non amano i ramones. Si si piacciono anche a loro un po ma non capiscono. Preferiscono un sacco di altri gruppi meno ignoranti. non ne hanno idea.
ok per correttezza scriverò che ci sono delle eccezioni ma non so se è un bene o un male. Se le femmine amano i ramones chi penserà ai bambini????

mercoledì 15 giugno 2011

Rock in Idro

Io sto a casa....anzi vado a lavorare.
Ecco perche:
-non mi ne frega un cazzo
-costa come 5 concerti di cj ramone
-odio i festival
-"outback" e "ministri" non li commento neanche.
-"flogging molly" no grazie...ascolto i pogues a natale.Non siamo a natale e voi non siete i pogues.
-Band of horese? So che hanno un nome di merda, che fanno indie rock, sono artistoidi e suonano seduti....non li voglio neanche sentire
-i Hives invece hanno una storia diversa. i primi dischi erano fighi. il vestirsi figo era figo ma poi....poi hanno rotto il cazzo. Poi li ho visti tipo 1000anni fa....e a dire il sono stati fighi....comunque hanno rotto le palle.
-i social distortion hanno fatto un bellissimo primo disco (pur essendo lontano anni luci da essere uno dei migliori del epoca) e poi si sono messi a fare i snob pallosi puntando sul look del nano "criminale" (sarà il gemello del berlusca?)...sopravalutatissimi
-Iggy pop non fa da headliner. Ve ne rendete conto??? Spacca il culo a tutti gli altri messi insieme ma non fa da headliner. boh. Comunque sinceramente (odio dirlo in pubblico) non sono innamorato di iggy. Ha fatto un sacco di pezzi incredibili che adoro (soprattutto ai tempi dei stooges) ma quando dico amore dico ramones...solo per loro potrei andare a un festival cosi merdoso.
-i foo fighter vanno bene da sentire alla radio di tanto in tanto. punto.
-i festival fanno cagare
-ci va un sacco di gente
-ci va un sacco di gente di merda

io stasera mi ascolto i ramones....tutta sera

sabato 11 giugno 2011

perfezione

esiste la perfezione nella musica? Ovvio che si!
Ok, come ho gia spiegato prima, togliamo i ramones dalla discussione. i ramones non fanno testo. i ramones vanno oltre la perfezione.
Nel punk rock (sono monotematico e non so parlare di altro) incontro la perfezione tutti i giorni, e tutti i giorni mi mette un sorriso sulle labbra. Il sorriso di un uomo consapevole che non raggiungerà mai la perfezione. Non un sorriso di rassegnazione o invidia ma di gratitudine e....pura goduria.
blablabla....mi sono già rotto il cazzo di spiegarmi....lo sapete tutti....
dischi come "suck this"....canzoni come "we","look at the mess we made" "blame game"....
potrei andare avanti per ore....
ci sono i gruppi fantastici che fanno dischi perfetti...o copmunque 4o5 pezzi perfetti....ci sono i one hit wonders che scrivono pezzi fantastici e poiil nulla.....
ma checchacchio me ne frega...sono le 5.30 e ho appena sentito squeeky clean dei mopes....ahhhh che bello

quinto referendum

chissenefrega dei referendum sul nucleare o l'acqua quando ci sono problemi ben piu importanti al mondo: concedere o meno il perdono a Ben Weasel.
Ok, per chi non lo sapesse Ben Weasel un paio di mesi fa,durante uno dei primi concerti dopo l'uscita del nuovo disco, ha pensato bene di dare un pugno in faccia a una cacchio di punkabbestia sfigata che gli lanciava il ghiaccio. Da quel giorno è crollato l'impero Weasel.
Il primo disastro è stato che hanno cancellato le date successive. Poi hanno cominciato a cancellare i gruppi che dovevano suonare al WeaselFest. Inseguito il festival è stato cancellato. In fine il suo gruppo lo ha lasciato a piedi. Anche i pochi che sono rimasti vicini a lui hanno rilasciato comunicati stampa per condannare l'episodio.
Difesa:
1-chissenefrega
2.ha fatto bene
3-gg allin lo faceva sempre
4-Johnny ramone era un nazi ma lo amiamo lo stesso
5-chi ha suonato dal vivo sa che le punkabbestia andrebbero pestate.
6-è quello che ha scritto una 90ina di canzoni INCREDIBILI
7-ben weasel mi ha cresciuto e sono diventato un uomo per bene lo stesso.
8-gli americani sono sempre finti moralisti
9-tutti sbroccano di tanto in tanto
10- si sa da tempo che ha qualche problema mentale.
11-io nel pubblico dei concerti ho ricevuto pugni, sputi, insulti...ecc.ecc...
12-chissenefrega
13-bla bla bla ecc

accusa:
1-gli ultimi due dischi dei screeching weasel non sono dei capolavori
2-mi manca jughead
3-mi manca panic
4-per me i sw saranno sempre WEASEL-VAPID-JUGHEAD-PANIC
5-è un "asshole"
6-....
.....uh ma tutto questo non c'entra!!!
Quindi vince la difesa.
Insomma Votate SI se volete vedere di nuovo quello che rimane di uno dei piu grandi gruppi punk rock di sempre. Prima del fattaccio si vociferava sempre piu di un loro eminente show italiano.
Anche senza Jugghead...e anche con qualche pezzo nuovo, darei via i mignoli per vedere sto sfigato suonare i suoi vecchi classisi.
I don't give a fuck about nicuragua

mercoledì 8 giugno 2011

CJ Ramone Live tipo 2mesi fa a Trezzo di qualcosa

Ok...qui devo proprio dire la mia.
E' stata una seratona. Uno spasso, Un quadruplo Whopper!
Un paio di volte da giovane ho visto i ramones e nulla si avvicinerà mai a quelle esperienze e voi lo sapete. Vedere i ramones dal vivo per noi è come vedere la fine di beautiful per una donna...un sogno.
So che i ramones che ho visto io non erano al top come ai tempi di IT'S ALIVE. Marky il parruccone, joey il morto che cammina (poco), johnny che beh lui è sempre stato il solito musone e questo giovane "intruso" CJ che....che....beh a dire il vero teneva su lo spettacolo. Comunque nascità dei figli a parte, vedere i ramones è stata la cosa piu bella del mondo....due volte!!!!
Posso sognare quanto voglio ma non torneranno mai.
Marky un paio di volte ha cercato di rifare i ramones scimmiottando se stesso e gli altri con pose ridicole e uno show identico (ma inguardabile e indecente) a quello che faceva con i suoi fratelli. Altri gruppi hanno fatto lo stesso con risultati che variano dal pietoso al divertente ma CJ beh lui faceva la sua cosa con i bad chopper... non "cj ramone anche the bad chopper" ma "BAD CHOPPER".
Avrebbe potuto sfruttare il nome per anni per farsi dei soldi ma sembrava quasi troppo riverente nei confronti dei suoi idoli. Lui è sempre stato un loro grande fan. Prima un fan e poi un fan-membro(che cazzo di parola è?). Cj ramone adora i ramones. li adora al punto di cedere spazio alle loro canzoni nella scaletta dei bad chopper perche glielo chiedevano i fan. Cj è un Ramone.
stavo dicendo...ah ok....nulla di che....il concerto ha spaccato il culo. Grandioso! CJ Ramone, daniel rey e un sacco di grandi classici. Perfetto. Niente pose o frasi alla joey. Solo un uomo (non piu il ragazzino costretto a subire torture dai bulli Johnny e Joey) con una gran voglia di divertirsi.
Ha sbagliato?si. Ha suonato bene?boh. Avevano un suono della madonna? Eccheccazzoneso.
IO ero li per divertirmi. E cj mi ha fatto divertire. Mi ha fatto emozionare e mi ha quasi fatto piangere quando ha dedicato Endless vacation a "my brother Dee Dee Ramone",

martedì 7 giugno 2011

Monogenerico

"ma cazzo a te piace solo il punk rock e il pop punk. Hai i paraocchi!"
Ma checcazzo di offesa sarebbe? Si si conosco un sacco di genere e la maggior parte mi fa schifo, mi rompe le palle o non mi dice nulla. Poi ci sono genere ok o anche belli tipo il rock, il blues o checcazzoneso il vecchio rock'n'roll (per dirne un paio) ma ho solo un grande amore. Solo i ramones (beh solo per modo di dire) e i loro figli mi fanno spaccare la testa contro il muro...solo i queers mi fanno venire la tendinite a forza di fare "La cosa del dito"...solo i descendents mi fanno venire la pelle d'oca...ecceccecc..
Perche dovrei ascoltare i fugazi (bravissimissimi ma pallosi) quando ho un disco dei minor threat?
Un blues in sotto fondo mentre fai 4chiacchiere con gli amici è bello ma spaccarsi le ossa con i black flag è uno spasso.
Ballare a una festa rock'n'roll è anche divertentissimo ma smongolare in macchina sognando un concerto dei riverdales...beh avete capito.
Bah mi sono già rotto il cazzo. e poi non me ne frega un cazzo.
In poche parole sono ignorante? viva l'ignoranza! Ho 40anni e non mi vergogno di dire di essere un punk...anzi si mi vergogno ma lo dico lo stesso ! eheheheh
PS uuhhuhhuhuuu quasi dimenticavo....anche se è ok come musica devo urlare un grosso VAFFANCULO a tutti punks che si credono fighi perche hanno "influenze" country, indie, baciamiilculo nella loro "arte"!

Recording Squid omlet (omelette or omlette)

Non è un capolavoro e non spacca particolarmente tanto ma di qualche episodio sono super orgoglioso. Ci sono pezzi pop e pezzi punk e anche qualche pezzo al limite del hc! Ma il pezzo forte delle registrazione è la collaborazione con pulce (you suck, death before work e zio faster). Mi sono pisciato addosso dal ridere. Geniale.
Comunque per la prossima volta che registro devo ricordarmi di non ascoltare Suck this dei Queers durante il viaggio di ritorno. Mi sono depresso. Non sono degno.

Recording Squid omlet (omelette or omlette)

Non è un capolavoro e non spacca particolarmente tanto ma di qualche episodio sono super orgoglioso. Ci sono pezzi pop e pezzi punk e anche qualche pezzo al limite del hc! Ma il pezzo forte delle registrazione è la collaborazione con pulce (you suck, death before work e zio faster). Mi sono pisciato addosso dal ridere. Geniale.
Comunque per la prossima volta che registro devo ricordarmi di non ascoltare Suck this dei Queers durante il viaggio di ritorno. Mi sono depresso. Non sono degno.

lunedì 6 giugno 2011

Massoneria

avrò gia cancellato 500 pagine. In realtò non ho un cazzo da dire anche se quando ho aperto il blog (ormai un tot di ore fa) mi sembrava una buona idea per esprimere il mio amore verso i ramones (e non solo) e il mio odio per altra gente.
va bene cosi. devo vomitare e non ho la forza per pensare