Visualizzazioni totali

venerdì 27 luglio 2012

Sfoltire i massoni

Come sfoltire un di massoni del cazzo in una frase:

***Se credete che il disco dei giuda sia il disco piu figo del secolo proprio non capite un cazzo***

ok...l'ho detto.
E' un bel disco. Perfettino e carino. Al primo ascolto sembra una bomba ma....pochi dischi mi hanno stancato cosi velocemente nella mia vita.
Come al solito non fraintendermi...se parlo di loro è anche perche li trovo degni della mia attenzione. Sono anche fighi a modo loro ma hanno un componente festa de l'unità/cover band che mi turba troppo.

insomma....forse mi tocca vederli dal vivo per cambiare idea....ma non ci credo troppo

5 commenti:

  1. Giusto ieri le sorelle Zilli si chiedevano "Ma John cosa ne pensa dei Giuda?"...non ci siamo andate molto lontano! sei prevediiiiibile!:-P

    RispondiElimina
  2. Esattamente come la penso io!!! Boh pezzi carini, ma mi annoiano di brutto. Anche live, visti due volte.


    Palmi

    RispondiElimina
  3. grande palmi! Sei sempre una sicurezzza...sei una di noi!

    RispondiElimina
  4. Giuda a parte (belli, bravi, evviva-evviva, dal vivo figata) trovo ridicola questa infatuazione di tutti per il Glam Rock /Junk Shop 70 adesso. Sin dai 90 c'è un revival pauroso, anche in Italia e spesso di primissima (Crash Kelly, Supergroupies, S'cool Girls, Imperial Drag ecc.) nessuno ha mai cagato nulla.

    Esempio dove cazzo era la gente quando son venuti gli Sweet a Bologna 5 anni fa, va bene capsico 2 originali su 4 becca male ma gli Sweet!!! Pronto???? Cazzo c’era più gente a Giuda/Caroline a Bergamo!!! Dove cazzo era tutta sta gente che adesso son i tuttologi di Jooks, Hector, Hush, Mud ecc. ?

    Già ai tempi cagare i gruppi originali e fare mezza cover anche solo di Glitter, magari provare “Hello! Hello! It's good to be back” nella speranza che avendola in set i Turbonegro qualcuno la orecchiasse, era il viatico immediato per essere esclusi, derisi, ostracizzati da qualsiasi giro, locale, rivista che non fosse quello di SLAM! magazine.

    Sì perché bisognava ascoltare e parlare solo di Nerves, The Beat, Plimsouls, Pez Band, 20/20, Pointed Sticks, Dwight Twilley, Big Star oppure non eri figo. In più bisognava dire che li ascoltavi all’ asilo altrimenti eri il capo dei coglioni se prima avevi ascoltato altra roba o cmq i soldi per comprateli non li avevi; mentre invece eran tutti a casa ancora col cd copiato dei Prozac +.

    Io non ce l’ho con nessuno per altro il powerpop / pop punk, americano/canadese soprattutto di quel periodo lì mi piace anche da morire ma è l’atteggiamento da hipster che mi sta sul cazzo.

    Tornado alla questione glam, glitter, junk shop la triste realtà è che da quando Preston (ex Skulls, oggi Prima Donna) è entrato nei Foxboro Hot Tubs e si è sparato conseguentemente il tour di apertura dei Green Day come Prima Donna, Glam non è più la parafrasi di "circolo culturale amici dei Motley Crue" ma una gran figata perchè qualcuno si è ricordato “a sì gli anni 70”, “a sì New York pre Ramones”, “a sì Cock Sparrer gruppo preferito Slade figata “ ecc. ecc.

    La scena punk italiana è veramente un covo di poser che "ho il 45 rosso mestruo di fascist cops dei Kids che se lo ascolti al contrario c'è la ricetta del Waterzooi" ma spendono tutti questi soldi e dopo non gliene frega un cazzo, continuano a venire ai concerti solo perchè non hanno abbastanza pecunia per prendere un tavolo in discoteca, pagare due sboldre e quattro pezzi, così per sfogare la frustrazione vengono a fare i belli sotto al palco o a cianciare di dischi che non ascoltano neanche ma comprano come status symbol da sciorinare in queste conversazioni adolescenziali “celo celo manca” style. Pena a pacchi.
    Sorry pistolotto finito,

    Lester (Lester and the Landslide Ladies / Tornado Ride Records)

    RispondiElimina
  5. Grazie fratello!
    Hai gusti di merda ma hai gusti tuoi quindi la massoneria ti benedice!!!
    Sei benvenuto a sparare merda su chiunque qui!

    RispondiElimina