Visualizzazioni totali

giovedì 30 ottobre 2014

giu dal palco

vent'anni fa si suonava in buchi del culo senza palchi con gruppi che non c'entravano un cazzo l'uno con l'altro se non la passione...o comunque senza guardare i sottogeneri. in fondo si sognava sempre un miglioramento che è arrivato in qualche modo con il "boom" del punk rock. Non si guadagnava un cazzo ma e si rimaneva gli stessi coglioni di prima ma magari ci regalavano un palco alto 20cm, un rimborso spese, birre gratis e soprattutto suonare con gruppi della stessa "sottoscena"... ma poi senza accorgercene è arrivata la decadenza. Ora invito tutti a tiravi il culo fuori dalla testa (???) e tornare a vedervi i concerti DIY organizzati da ragazzi che hanno ancora voglia di sbattersi. Fare meno gli snob e allo stesso tempo pretendere rispetto da un pubblico di tre persone non ha senso. Non vi chiedo di allargare gli orizzonti. Io non ne sono capace... ascolto solo il punk e il punk rock e il poppunk....dico solo che forse si stava meglio quando si stava peggio. fine storia emo merda...è solo che mi sembra piu divertente la scena metal che la nostra ormai nonostante la musica di merda che ascoltano. e con questo dico "Addio" a 40% dei miei lettori (ovvero 4 persone)

5 commenti:

  1. Io sono d'accordo con te, ogni tanto mi succede. Meglio i buchi di culo e le cantine che i palchi in cui se non sei i metallica tanto vale farsi la figura di merda.
    Il problema è che la maggior parte dei posti, forse, ti da il rimborso spese.

    Ciao emo.

    RispondiElimina
  2. L'erba del vicino è sempre la più verde.

    La scena metal fa cagare, esattamente come "la nostra". La nostra sembra faccia cagare di più perchè la conosciamo meglio.

    Jim Lemon

    RispondiElimina
  3. ma sei troppo un grasso e passo e lasso vecchio imbolsito ! 20 anni fa era uguale ad adesso. no, non proprio uguale. ora ho la gastrite.

    RispondiElimina
  4. vattene a fan culo coglione!

    RispondiElimina
  5. ponteponenteponteppìtappetapperugia

    RispondiElimina